Le armi sonore e ultrasoniche (USW) 2

Le armi soniche sono state usate letteralmente per migliaia di anni per disturbare, confondere e persino ferire gli avversari.
Immagini CSA/immagini Getty

Proiettili, missili e spade possono essere ciò a cui la maggior parte delle persone pensa quando si tratta di armi, ma nel corso dei millenni è stato utilizzato anche il suono per disturbare, confondere o persino ferire gli avversari sul campo di battaglia globale.

Dall’esercito israelita di preti squillanti che hanno scosso le mura di Gerico 3.500 anni fa all’attuale uso da parte della Marina degli Stati Uniti di dispositivi acustici a lungo raggio, le nazioni e i loro eserciti hanno schierato sia armi soniche che vari suoni come forma di attacco.

“Nel corso della storia l’uso del suono è stato utilizzato per minacciare il nemico e sollevare il morale del proprio popolo”, afferma Herb Friedman , un sergente maggiore in pensione nel programma di operazioni psicologiche dell’esercito americano.

La maggior parte del suono è stata usata come arma per disorientare o far arrabbiare gli avversari. Nella seconda guerra mondiale, durante l’assedio tedesco della città sovietica di Stalingrado nel 1942, le truppe sovietiche tennero sveglie le forze tedesche di notte suonando tanghi argentini attraverso gli altoparlanti. In Vietnam, le forze statunitensi hanno trasformato il suono in guerra psicologica.

“Abbiamo suonato musica, abbiamo suonato insulti, abbiamo suonato il suono di carri armati e tigri”, dice Friedman, aggiungendo che le forze statunitensi hanno persino suonato canzoni di Doris Day sugli altoparlanti in prima linea. “Sembrava influenzarli”, dice.

Nel 1989, durante l’ invasione statunitense di Panama , le truppe statunitensi hanno fatto saltare l’heavy metal (più The Doors e The Clash) contro il leader di Panama Manuel Noriega, che si era barricato nell’ambasciata vaticana di Panama City. Si è arreso .

Questo sembrava dare un’idea agli agenti dell’FBI. Durante l’assedio del 1993 del complesso di culto Branch Davidian a Waco, in Texas , gli agenti hanno cercato di convincere David Koresh e i suoi seguaci ad arrendersi suonando tutti i tipi di canzoni stravaganti, da “These Boots Were Made for Walkin’ di Nancy Sinatra ai canti natalizi e ai tibetani. canti. Quel tentativo di psy-ops fallì e, dopo uno stallo di 51 giorni, Koresh e 75 dei suoi seguaci morirono in un incendio che inghiottì il complesso.

Durante la guerra in Iraq nel 2004, le forze dell’esercito americano a Fallujah hanno usato Humvee dotati di altoparlanti per lanciare insulti arabi (principalmente sulle loro famiglie) contro le forze di Al-Qaeda che avevano occupato la città.

E anche in Iraq, forse per la prima volta, il Pentagono ha schierato un’arma sonora reale nota come LRAD, o dispositivo acustico a lungo raggio. Utilizzato inizialmente per il controllo della folla, il LRAD è stato montato su Humvee e diretto verso gli iracheni che si radunavano ai posti di blocco che erano spesso teatro di attentatori suicidi. I dispositivi LRAD hanno diverse impostazioni e possono essere utilizzati per dare istruzioni a lunga distanza, o anche impostati per creare impulsi fino a 149 decibel (ascoltare un motore a reazione a 100 piedi di distanza registra 140 dB in confronto).

Un deputato dello sceriffo della contea di Los Angeles in tenuta antisommossa è pronto a usare un cannone sonoro, o dispositivo acustico a lungo raggio (LRAD), contro i manifestanti vicino a una manifestazione elettorale del presunto candidato presidenziale del GOP Donald Trump all'Anaheim Convention Center il 25 maggio 2016. 

Un deputato dello sceriffo della contea di Los Angeles in tenuta antisommossa è pronto a usare un cannone sonoro, o dispositivo acustico a lungo raggio (LRAD), contro i manifestanti vicino a una manifestazione elettorale del presunto candidato presidenziale del GOP Donald Trump all’Anaheim Convention Center il 25 maggio 2016.

Le unità di polizia hanno utilizzato dispositivi LRAD a un raduno di Occupy Wall Street nel 2011 e a Ferguson, nel Missouri, nel 2014. Attualmente sono schierati su navi militari per scoraggiare l’avvicinamento di imbarcazioni più piccole. Più di 20 paesi stanno ora utilizzando l’LRAD. Le forze di difesa israeliane lo hanno usato per sedare le proteste palestinesi, le navi baleniere giapponesi hanno respinto i gruppi ambientalisti e diverse navi da crociera lo hanno usato per combattere i pirati in luoghi come il Corno d’Africa o l’Oceano Indiano.

Più di recente, misteriosi incidenti in Cina e Cuba nel 2017 e nel 2018 hanno portato alcuni a sospettare che il suono fosse stato utilizzato come arma contro gli americani che vivevano in quei paesi. I funzionari cinesi hanno negato alla fine di maggio 2018 di aver condotto un attacco sonoro contro un diplomatico americano con sede a Guangzhou, nel sud della Cina. Il diplomatico ha detto di aver subito un trauma cranico dopo aver sentito suoni anormali e pressione nelle orecchie per diversi mesi. Alcuni funzionari statunitensi hanno affermato che l’incidente potrebbe essere simile ai sintomi avvertiti nel 2017 dai diplomatici statunitensi a Cuba, che hanno anche riportato lesioni coerenti con un attacco sonoro.

Gli attacchi a Cuba hanno colpito quasi due dozzine di lavoratori con mal di testa inspiegabili, vertigini, problemi cognitivi e perdita di sonno. I sintomi si sono verificati dopo che i lavoratori hanno riferito di aver sentito strani rumori. I più colpiti sono stati gli agenti dell’intelligence, che hanno portato alla speculazione che fosse diretto contro di loro dal governo di Cuba. Il problema è che nessuna arma è nota per causare tutti i sintomi riportati. Potrebbe essere che i sintomi siano stati causati da una combinazione di tossine chimiche e un suono a bassa frequenza che produce disturbi dell’orecchio interno, secondo un rapporto di Wired .

“Quello che è successo a Cuba non ha alcun senso”, afferma Toby Heys, leader del centro di ricerca sulle tecnologie future presso la Manchester University of Art. Anche se, aggiunge Heys, potrebbe essere in gioco una nuova arma sonora. le indagini potrebbero determinare se i torbidi incidenti a Cuba e in Cina rappresentino o meno nuovi fronti nell’armamento del suono.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.