Atto di lotta non violenta al polo vaccinale di Camporosso (Imperia)

Due giorni fa, il personale del Polo vaccinale  Camporosso in provincia di Imperia, ha trovato muri e vetri imbrattati con scritte “ViVi libero il vaccino uccide” e “no al vaccino”, accompagnate dal simbolo dei V_V. Non si possono definire “atti vandalici” perché tali non sono, in quanto effettuati con spray all’acqua facilmente eliminabile, come del resto è stato fatto. Si possono quindi ricondurre più correttamente ad atti simbolici, volti a sottolineare come le Istituzioni stanno creando una spaccatura nella società discriminando quella parte di cittadini che, per scelta, decide di non vaccinarsi. Chi è quindi che sta agendo in maniera violenta, violentando le menti delle persone, incutendo terrore e privando i cittadini di libertà a loro spettanti per nascita perché rientranti tra i diritti inviolabili ed irrinunciabili dell’uomo? Perché si continua a promuovere la vaccinazione, alimentandola con lo strumento del green pass, quando esistono cure domiciliari che in pochi giorni guariscono?

I principali quotidiani locali si riferiscono agli autori del gesto come ai no vax. Con tale termine però si identifica non più solamente un gruppo di persone contrarie alla vaccinazione, ma in senso più ampio un insieme di persone che rivendicano la propria libertà e i propri diritti che, ogni giorno di più, vengono soffocati se non accetti di inocularti il “siero salvifico”.

I V_V hanno così fatto recapitare alla redazione di un giornale locale, un comunicato dove illustrano le motivazioni del loro sostegno al “simpatizzante” che ha agito in maniera così “colorata”.

Di seguito il link all’articolo di giornale comprensivo del testo del comunicato, e altri articoli di altrettanti giornali che hanno trattato l’argomento.

https://www.sanremonews.it/2021/08/15/leggi-notizia/argomenti/cronaca/articolo/i-no-vax-rivendicano-latto-vandalico-al-centro-vaccini-di-camporosso-risultato-della-di.html

https://www.fanpage.it/attualita/vivi-libero-il-vaccino-uccide-i-no-vax-vandalizzano-un-centro-vaccinale-a-imperia/

https://it.sputniknews.com/20210813/vivi-libero-il-vaccino-uccide-centro-vaccinale-vandalizzato-dai-no-vax-ad-imperia—foto-12488124.html

https://www.riviera24.it/2021/08/vivi-libero-il-vaccino-uccide-no-vax-imbrattano-il-palabigauda-di-camporosso-710355/

https://www.telecitynews24.it/sanita/atti-vandalici-no-vax-imperia/

AFFITTACAMERE DI LA SPEZIA: A MATTINO 5 ASFALTA BASSETTI

L’ episodio di Barbara, affittacamere di La Spezia che rifiuta i vaccinati nella sua struttura, si è trasformato in un caso nazionale finendo su Canale 5. Mattino 5 ha voluto infatti intervistare Barbara cercando, forse, di metterla da subito in difficoltà quando il conduttore, nel collegamento, ha dichiarato che lui non avrebbe potuto alloggiare nella struttura perché vaccinato. Barbara ha subito dimostrato di essere pronta e preparata sostenendo la tesi per cui, dato che i vaccinati possono contagiare, non li accetta in struttura in quanto il personale non è vaccinato. Questa sua decisione nasce come provocazione, in quanto da troppi mesi ormai, si sta parlando di impedire ai non vaccinati di utilizzare determinati servizi, strutture, mezzi di trasporto e quant’altro. Anche se attualmente il green pass ancora non c’è, la percezione che il regime vuole dare, tramite una propaganda martellante da parte del mainstream, è che questo sia già in vigore o meglio, sia in atto un silenzio assenso col quale si ritiene che tale condizione sia già accettata, per indurre così più gente possibile, a vaccinarsi. Si sta infatti cercando di fare passare un concetto discriminatorio nei confronti di chi decide di non vaccinarsi come normale, e questo è tipico di un sistema non più democratico…

Mattino 5 riserva poi una sorpresa a Barbara, facendo intervenire in diretta il virologo Bassetti. Sicuramente l’intento era quello di mettere in difficoltà la Guerriera V_V che però non si è fatta prendere alla sprovvista e ha risposto con argomentazioni valide ed inattaccabili alle provocazioni di Bassetti, il quale non ha potuto fare altro che ribattere attaccando la Costituzione ed il Codice di Norimberga, affossandosi così con le sue stesse mani. Come si può infatti rispondere a chi sostiene che il diritto al consenso alle terapie è tutelato dalla nostra Costituzione e dal Codice di Norimberga (per citare solo un paio di fonti) affermando che Costituzione e Norimberga hanno stufato? La Guerriera ha fatto notare giustamente che l’interesse della collettività non può mai prevalere sul diritto dell’individuo, in questo caso diritto al consenso, a scegliere se vaccinarsi oppure no.

Vorrei porre l’accento e mettere a confronto il caso scoppiato ora con la Torteria di Chivasso. Grande Guerriera sicuramente anche Rosanna che ha combattuto con coraggio e determinazione per l’apertura della sua Torteria. Ma quale messaggio è passato dalla sua vicenda? Apriamo tutto? Quale dibattito è sorto? Barbara ha invece posto l’accento su un problema importante e che interessa tutti che è l’obbligo vaccinale e la discriminazione che sta nascendo per coloro che non sono vaccinati. Da qui può partire lo spunto per un dibattito nazionale e per portare all’attenzione del grande pubblico un tema così importante che è la difesa del diritto al consenso alle terapie. Questa è la lotta che ognuno di noi dovrebbe fare per cercare di porre fine ad una dittatura che avanza inesorabilmente con l’accettazione passiva del popolo.

Di seguito i link all’intervista a Barbara a Dentro la Notizia e a BorderNightsRadio con Barbara Mazzucco e Torella

https://youtu.be/nvOxR3rg64Y

https://www.youtube.com/watch?v=9qldGTrmmHo

Il caso della ristoratrice di Cesena torna su La7: “Arrivati i ristori, pignorati i conti”

Due ufficiali giudiziari le hanno annunciato il pignoramento di tre conti correnti (uno personale e due dell’azienda) lo stesso giorno in cui lo stato le ha accreditato il ristoro da 2 mila euro che aveva tanto atteso. È successo a Natascia Balducci, la ristoratrice disobbediente che a gennaio scorso aveva deciso di aprire il suo agriturismo Capra e Cavoli a Montiano e di violare le restrizioni imposte dai decreti per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Balducci lo ha raccontato ieri mattina all’Aria che Tira su La7, «Ormai considero Natascia un’amica», ha detto presentandola la conduttrice Myrta Merlino raccontando di essersi affezionata alla storia di Balducci. «Non sono riuscita a pagare le rate di un piano di rientro fatto ad ottobre – ha raccontato Balducci – così mi hanno pignorato i tre conti e quei 2 mila euro di ristori che aspettavo come una boccata di ossigeno non li posso toccare». Non contesta la legittimità della richiesta, Balducci: «Quei soldi devono averli, questo non lo contesto, ma se non mi consentono di lavorare io non so da dove tirarli fuori. Se avessero pazientato un po’ di più, adesso che almeno all’aperto ci è consentito lavorare, un po’ alla volta mi sarei messa in pari». La condizione in cui si trova è al limite della sussistenza: «Cerco di fare menù che non costino troppo, pondero bene ogni spesa, cucino da sola perché in questo momento non posso permettermi personale e il lunedì con quello che ho incassato il fine settimana vado a pagare la spesa che ho fatto il venerdì».

Una storia quella di Natascia Balducci che ha commosso Merlino («Natascia mi ha raccontato di aver perso 9 chili dall’inizio di questa drammatica storia») e dallo studio la incoraggia anche il meteorologo Paolo Sottocorona: «Anche quando piove, quando c’è il temporale e la tempesta, sopra c’è sempre il sole e prima o poi torna a farsi vedere». Prova a «mettere da parte l’emotività» lo scrittore ed ex magistrato Gianrico Carofiglio che dalla storia di Balducci trae spunto per un suggerimento al governo: «Così come non è possibile pignorare a un dipendente l’intero stipendio, per lo stesso principio i ristori andrebbero resi impignorabili».https://www.corriereromagna.it/ristoratrice-di-cesena-arrivati-i-ristori-pignorati-i-conti/

Affittacamere rifiuta i vaccinati in struttura: i V_V la sostengono

Una titolare di affittacamere in provincia di La Spezia ha dichiarato sulla sua pagina Facebook che nel suo locale non sarà richiesto il Green Pass e che i vaccinati, per motivi di sicurezza, non potranno entrare.

Il motivo di questa sua decisione sta nel fatto che lei, come tanti risvegliati, appartiene alla linea di pensiero che sostiene che il covid non sia stato raccontato in maniera onesta e corretta, e che i vaccini (a mRNA o vettoriali) siano in realtà delle terapie geniche sperimentali volte a scatenare, col tempo, malattie autoimmuni, tumori, e le varianti stesse, pertanto, per motivi di sicurezza, ha deciso di escludere i vaccinati dal proprio locale.

Forte e puntuale l’appoggio dei suoi compagni Guerrieri V_V che prontamente sono intervenuti in suo sostegno con commenti in linea con il suo pensiero. I V_V sostengono infatti, a ragione, che il COVID pass è uno strumento  discriminatorio che rappresenta una concezione nazista della società e che l’emergenza sanitaria fasulla e strumentale non può avere priorità sull’emergenza del rispetto dei diritti umani e costituzionali e che il ricatto vaccinale e l’istituzione di un passaporto vaccinale siano preparatorie all’imposizione dell’identità digitale attraverso il nanochip da parte di nazisti menzogneri e corrotti che vogliono  distruggere le nostre libertà e le nostre vite.

Di seguito i link ad alcuni articoli usciti in proposito

https://www.facebook.com/36493277214/posts/10158264799512215/

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=6658171174204500&id=169992733022409&fs=1&focus_composer=0

Per approfondire l’argomento https://t.me/vvvvvinc

Le armi sonore e ultrasoniche (USW) 2

Le armi soniche sono state usate letteralmente per migliaia di anni per disturbare, confondere e persino ferire gli avversari.
Immagini CSA/immagini Getty

Proiettili, missili e spade possono essere ciò a cui la maggior parte delle persone pensa quando si tratta di armi, ma nel corso dei millenni è stato utilizzato anche il suono per disturbare, confondere o persino ferire gli avversari sul campo di battaglia globale.

Dall’esercito israelita di preti squillanti che hanno scosso le mura di Gerico 3.500 anni fa all’attuale uso da parte della Marina degli Stati Uniti di dispositivi acustici a lungo raggio, le nazioni e i loro eserciti hanno schierato sia armi soniche che vari suoni come forma di attacco.

“Nel corso della storia l’uso del suono è stato utilizzato per minacciare il nemico e sollevare il morale del proprio popolo”, afferma Herb Friedman , un sergente maggiore in pensione nel programma di operazioni psicologiche dell’esercito americano.

La maggior parte del suono è stata usata come arma per disorientare o far arrabbiare gli avversari. Nella seconda guerra mondiale, durante l’assedio tedesco della città sovietica di Stalingrado nel 1942, le truppe sovietiche tennero sveglie le forze tedesche di notte suonando tanghi argentini attraverso gli altoparlanti. In Vietnam, le forze statunitensi hanno trasformato il suono in guerra psicologica.

“Abbiamo suonato musica, abbiamo suonato insulti, abbiamo suonato il suono di carri armati e tigri”, dice Friedman, aggiungendo che le forze statunitensi hanno persino suonato canzoni di Doris Day sugli altoparlanti in prima linea. “Sembrava influenzarli”, dice.

Nel 1989, durante l’ invasione statunitense di Panama , le truppe statunitensi hanno fatto saltare l’heavy metal (più The Doors e The Clash) contro il leader di Panama Manuel Noriega, che si era barricato nell’ambasciata vaticana di Panama City. Si è arreso .

Questo sembrava dare un’idea agli agenti dell’FBI. Durante l’assedio del 1993 del complesso di culto Branch Davidian a Waco, in Texas , gli agenti hanno cercato di convincere David Koresh e i suoi seguaci ad arrendersi suonando tutti i tipi di canzoni stravaganti, da “These Boots Were Made for Walkin’ di Nancy Sinatra ai canti natalizi e ai tibetani. canti. Quel tentativo di psy-ops fallì e, dopo uno stallo di 51 giorni, Koresh e 75 dei suoi seguaci morirono in un incendio che inghiottì il complesso.

Durante la guerra in Iraq nel 2004, le forze dell’esercito americano a Fallujah hanno usato Humvee dotati di altoparlanti per lanciare insulti arabi (principalmente sulle loro famiglie) contro le forze di Al-Qaeda che avevano occupato la città.

E anche in Iraq, forse per la prima volta, il Pentagono ha schierato un’arma sonora reale nota come LRAD, o dispositivo acustico a lungo raggio. Utilizzato inizialmente per il controllo della folla, il LRAD è stato montato su Humvee e diretto verso gli iracheni che si radunavano ai posti di blocco che erano spesso teatro di attentatori suicidi. I dispositivi LRAD hanno diverse impostazioni e possono essere utilizzati per dare istruzioni a lunga distanza, o anche impostati per creare impulsi fino a 149 decibel (ascoltare un motore a reazione a 100 piedi di distanza registra 140 dB in confronto).

Un deputato dello sceriffo della contea di Los Angeles in tenuta antisommossa è pronto a usare un cannone sonoro, o dispositivo acustico a lungo raggio (LRAD), contro i manifestanti vicino a una manifestazione elettorale del presunto candidato presidenziale del GOP Donald Trump all'Anaheim Convention Center il 25 maggio 2016. 

Un deputato dello sceriffo della contea di Los Angeles in tenuta antisommossa è pronto a usare un cannone sonoro, o dispositivo acustico a lungo raggio (LRAD), contro i manifestanti vicino a una manifestazione elettorale del presunto candidato presidenziale del GOP Donald Trump all’Anaheim Convention Center il 25 maggio 2016.

Le unità di polizia hanno utilizzato dispositivi LRAD a un raduno di Occupy Wall Street nel 2011 e a Ferguson, nel Missouri, nel 2014. Attualmente sono schierati su navi militari per scoraggiare l’avvicinamento di imbarcazioni più piccole. Più di 20 paesi stanno ora utilizzando l’LRAD. Le forze di difesa israeliane lo hanno usato per sedare le proteste palestinesi, le navi baleniere giapponesi hanno respinto i gruppi ambientalisti e diverse navi da crociera lo hanno usato per combattere i pirati in luoghi come il Corno d’Africa o l’Oceano Indiano.

Più di recente, misteriosi incidenti in Cina e Cuba nel 2017 e nel 2018 hanno portato alcuni a sospettare che il suono fosse stato utilizzato come arma contro gli americani che vivevano in quei paesi. I funzionari cinesi hanno negato alla fine di maggio 2018 di aver condotto un attacco sonoro contro un diplomatico americano con sede a Guangzhou, nel sud della Cina. Il diplomatico ha detto di aver subito un trauma cranico dopo aver sentito suoni anormali e pressione nelle orecchie per diversi mesi. Alcuni funzionari statunitensi hanno affermato che l’incidente potrebbe essere simile ai sintomi avvertiti nel 2017 dai diplomatici statunitensi a Cuba, che hanno anche riportato lesioni coerenti con un attacco sonoro.

Gli attacchi a Cuba hanno colpito quasi due dozzine di lavoratori con mal di testa inspiegabili, vertigini, problemi cognitivi e perdita di sonno. I sintomi si sono verificati dopo che i lavoratori hanno riferito di aver sentito strani rumori. I più colpiti sono stati gli agenti dell’intelligence, che hanno portato alla speculazione che fosse diretto contro di loro dal governo di Cuba. Il problema è che nessuna arma è nota per causare tutti i sintomi riportati. Potrebbe essere che i sintomi siano stati causati da una combinazione di tossine chimiche e un suono a bassa frequenza che produce disturbi dell’orecchio interno, secondo un rapporto di Wired .

“Quello che è successo a Cuba non ha alcun senso”, afferma Toby Heys, leader del centro di ricerca sulle tecnologie future presso la Manchester University of Art. Anche se, aggiunge Heys, potrebbe essere in gioco una nuova arma sonora. le indagini potrebbero determinare se i torbidi incidenti a Cuba e in Cina rappresentino o meno nuovi fronti nell’armamento del suono.

Le armi sonore e ultrasoniche (USW)

LA GUERRA SUBDOLA

Le armi sonore e ultrasoniche (USW) sono armi di vario tipo che sfruttano il suono per ferire, neutralizzare o uccidere un nemico. Alcune di queste sono attualmente in uso o in fase di studio e sviluppo da parte di forze militari e di polizia. Sono state descritte come granate o proiettili sonori, mine acustiche o cannoni sonori. Per lo più  generano un fascio concentrato di suono.

Esistono diverse armi sonore ad alta potenza (SW) che utilizzano onde acustiche come infrasuoni, ultrasuoni ma anche toni udibili. Poiché sono armi che dirigono il suono su un bersaglio, e il suono è energia, possono essere considerati generatori di energia acustica.

Queste armi producono sia effetti psicologici che fisici. Esse comprendono dispositivi altamente direzionali che possono trasmettere suoni dolorosi per l’orecchio di un individuo anche a grandi distanze e generatori a infrarossi che possono sparare proiettili acustici a centinaia di metri causando un danno severo al bersaglio.

I generatori di infrasuoni possono evocare emozioni negative come paura, ansia o depressione, nonché sintomi biologici come nausea, vomito, danno dell’organo uditivo, ustioni o morte, a seconda della frequenza e del livello di potenza. Ogni suono comincia a diventare fisicamente doloroso a circa 120 dB, ma anche a livelli più bassi può causare disagio. Sopra i 130 dB diventa insopportabile.

Sia gli infrasuoni come gli ultrasuoni sono in grado di fare entrare in risonanza parti del nostro organismo. La risonanza può essere indotta elettromagneticamente da un generatore di impulsi ad infrasuoni, che può creare un legame, per esempio, con gli organi interni di una persona. Se il livello di potenza è moderato, la persona può provare dolore nell’area del torace. Un aumento del livello di potenza può danneggiare irreparabilmente gli organi interni.

I generatori ad infrarossi e ultrasuoni, chiamati anche emettitori e modulatori VLF, sono armi nate negli anni ’60, costituite da una antenna direzionale che può proiettare a distanza impulsi acustici. Nel 1972 la Francia usava generatori a infrarossi che funzionavano a 7 Hz per utilizzarli sulla popolazione civile.

E nel 1973 la Squawk Box è stata utilizzata dall’esercito britannico in Irlanda del Nord. Si tratta di un’arma direzionale che, puntata sull’obiettivo, produce un danno acustico inviando ultrasuoni di circa 16 kHz.

Nei primi anni ’90 la Russia aveva sviluppato un modulatore VLF da 10 Hz in grado di colpire individui a centinaia di metri di distanza, causando loro dolore, nausea e vomito. Era amplificabile fino ai livelli letali tanto da generare modifiche nelle frequenze cerebrali e causare gravi alterazioni nella chimica del cervello.

Gli infrasuoni hanno la possibilità di percorrere grandi distanze e attraversare facilmente la maggior parte degli edifici e dei veicoli. Normalmente colpiscono le orecchie, ma a livelli di potenza elevata possono essere percepiti con il corpo causando una sensazione di forte vibrazione.

A una intensità tra i 100 e i 140 decibel gli infrasuoni provocano una serie di sintomi biologici a seconda della frequenza e del livello di potenza. Inevitabilmente, maggiore è il livello di potenza, maggiore è il danno. Gli effetti includono: stanchezza, pressione alle orecchie, sfocatura visiva, sonnolenza, squilibrio, disorientamento, vibrazione degli organi interni, dolori intestinali severi, nausea e vomito. I livelli di potenza più elevati possono liquefare le viscere e mettere in risonanza gli organi interni fino a causare la morte. Ad intensità inferiori possono causare: perdita di concentrazione, apatia, tristezza, depressione, paura, ansia e attacchi di panico. “Questo effetto”, ha detto John Alexander nel suo articolo del dicembre 1980, The New Mental Battlefield , “può essere usato per indurre depressione o irritabilità in una popolazione bersaglio”.

Gli ultrasuoni sono caratterizzati da frequenze al di sopra dei 20 kHz. Alcune balene e dei delfini li usano sia per rilevare la loro preda sia come arma per stordirla.

Le armi ad ultrasuoni producono vari effetti a seconda del livello di potenza e della frequenza. Molti sono gli stessi di quelli prodotti da infrasuoni, ma in più possono provocare riscaldamento e ustioni. A seconda della intensità si va da: solletico nella bocca/naso, fastidio, riscaldamento della pelle, nausea, dolori addominali e vomito, fino a ustioni e aumento della temperatura del corpo, anche letale. ”Sulla testa, le ossa del cranio messe in risonanza hanno provocato allucinazioni acustiche”, ha rivelato la Federazione degli Scienziati Americani in un articolo del 1997, Armi Non-letali per operazioni militari diverse dalla Guerra .

Il rapporto FAS del 1997 descrive che gli Stati Uniti hanno sviluppato un’arma basata su questi principi. Il 16 luglio 2002, ABC News ha annunciato in un articolo dal titolo: Sonic Bullets Acoustic Weapon of the Future , che l’esercito americano ha sviluppato un cannone acustico. “Questa nuova tecnologia,” hanno dichiarato, “è probabile che sia in grado di influenzare quasi ogni aspetto della nostra vita, fino a che punto possiamo solo provare a immaginarlo”

Dr. Rolando Füstös

http://www.rolandofustos.it/?p=828

http://www.rolandofustos.it/?page_id=90

É otorinolaringoiatra e foniatra.

 

Nanoparticelle Magnetiche

Le nanoparticelle magnetiche, create già da decenni, sono in grado di modulare, in remoto, i circuiti neurali. Si possono ottenere aggiungendo ossido di ferro alle bolle lipidiche presenti nell’organismo. Questo può essere il motivo per cui, nel punto di inoculazione del vaccino covid, si può attaccare una calamita.

Per approfondimenti

https://www.labroots.com/trending/chemistry-and-physics/15530/scientists-developed-magnetic-nanoparticles-remotely-modulate-neural-circuits

AZIONE WEB NOTTURNA DEI V_V CONTRO 11 SINDACI

Durante la notte, 11 Sindaci tra cui Giorgio Del Ghingaro sindaco di Viareggio e Francesco De Pasquale sindaco di Carrara, sono stati presi di mira da un’invasione web di massa dei Guerrieri V_V. Migliaia di commenti in meno di un’ora, indice di impegno e preparazione da parte dei Guerrieri V_V, sono stati lasciati nei post di questi sindaci che vengono accusati di non fare nulla per difendere Libertà e Diritti che sono stati calpestati in modo illegale. I commenti, tutti provenienti da profili autentici, riguardano principalmente la violazione del diritto al consenso alle terapie tramite il ricatto (se non ti vaccini ti licenzio) e del silenzio di questi sindaci, che invece dovrebbero difendere i diritti dei cittadini, rendendosi così complici secondo i ViVi, di un evidente crimine di stampo nazista.
Di seguito alcuni articoli usciti questa mattina relativi all’argomento, tra cui anche un articolo di RaiNews:

https://www.rainews.it/tgr/toscana/articoli/2021/05/tos-del-ghingaro-no-vax-facebook-hacker-de-pasquale-post-93a23fe0-0492-4641-abd2-7d8b592611ca.html

https://corrieredellumbria.corr.it/news/politica/27319027/no-vax-attacco-facebook-sindaco-viareggio-post-vaccino.html

https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/21_maggio_22/viareggio-sindaco-sotto-attacco-no-vax-aver-pubblicato-foto-il-vaccino-7-mila-post-un-ora-9fdb31f0-bace-11eb-98c3-1745523312b5.shtml?refresh_ce-cp

https://firenze.repubblica.it/cronaca/2021/05/22/news/covid_comune_viareggio_attacco_no_vax_al_profilo_facebook_del_sindaco_-302218657/?ref=fbplfi

https://www.ilmessaggero.it/italia/no_vax_sindaco_vaccino_viareggio_facebook_giorgio_del_ghingaro_cosa_e_successo-5976045.html

https://www.lanazione.it/viareggio/cronaca/attacco-no-vax-sindaco-del-ghingaro-1.6394057

https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/05/22/attacco-no-vax-a-profili-fb-sindaci-viareggio-e-carrara_812cb031-5d6b-49bd-bbe3-5260f26ca500.html

Bonaccini accusa il colpo dei V_V

La pagina Facebook del Presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, è stata invasa con successo da numerosissimi messaggi dei V_V  “Voce di lotta non violenta per il ripristino della libertà e dei diritti fondamentali”, in quanto considerato da questi un “collaborazionista della dittatura nazi-sanitaria”.  Caratteristica dei V_V, oltre al simbolo che li rappresenta, cioè due V rosse che si intersecano e che rappresentano unicamente Libertà e Diritti, è l’utilizzo di un linguaggio forte, diretto e veritiero che, proprio per questo, penetra nelle menti dei diretti interessati, e lì rimane.  Chiamando il politico in questione con appellativi quali “Nazista, e simili”, per i V_V si evidenziano e si svelano meglio i disegni criminali di un  regime che, come quello nazista, viola costantemente i diritti fondamentali e che sta distruggendo vite umane. Si pensi solo ad esempio alla recente emanazione del decreto legge del primo Aprile che ha la pretesa di cancellare brutalmente  il trattato di Norimberga. E si potrebbe continuare…

Il nazismo risorgerà in Germania?

“Questo messaggio vocale (CLICCA QUI 👇🏻)
https://rumble.com/embed/vd33gn/?pub=4  è di Andrea Haberl, ex consigliera del partito politico AfD Freising-Pfaffenhofen che è stata buttata fuori il 14 aprile 2021 dopo le sue dichiarazioni. Estromessa così come anche la sua foto è stata rimossa dalla home page del partito. Nove minuti in italiano seguiti dalla voce originale. Grazie a Nancy Hoelge per la veloce traduzione, e grazie anche a Iveta Semetkova https://www.facebook.com/iveta.semetkova per il suo lavoro di  video e traduzione “apri la tua mente” https://rumble.com/c/c-364014 .