AFFITTACAMERE DI LA SPEZIA: A MATTINO 5 ASFALTA BASSETTI

L’ episodio di Barbara, affittacamere di La Spezia che rifiuta i vaccinati nella sua struttura, si è trasformato in un caso nazionale finendo su Canale 5. Mattino 5 ha voluto infatti intervistare Barbara cercando, forse, di metterla da subito in difficoltà quando il conduttore, nel collegamento, ha dichiarato che lui non avrebbe potuto alloggiare nella struttura perché vaccinato. Barbara ha subito dimostrato di essere pronta e preparata sostenendo la tesi per cui, dato che i vaccinati possono contagiare, non li accetta in struttura in quanto il personale non è vaccinato. Questa sua decisione nasce come provocazione, in quanto da troppi mesi ormai, si sta parlando di impedire ai non vaccinati di utilizzare determinati servizi, strutture, mezzi di trasporto e quant’altro. Anche se attualmente il green pass ancora non c’è, la percezione che il regime vuole dare, tramite una propaganda martellante da parte del mainstream, è che questo sia già in vigore o meglio, sia in atto un silenzio assenso col quale si ritiene che tale condizione sia già accettata, per indurre così più gente possibile, a vaccinarsi. Si sta infatti cercando di fare passare un concetto discriminatorio nei confronti di chi decide di non vaccinarsi come normale, e questo è tipico di un sistema non più democratico…

Mattino 5 riserva poi una sorpresa a Barbara, facendo intervenire in diretta il virologo Bassetti. Sicuramente l’intento era quello di mettere in difficoltà la Guerriera V_V che però non si è fatta prendere alla sprovvista e ha risposto con argomentazioni valide ed inattaccabili alle provocazioni di Bassetti, il quale non ha potuto fare altro che ribattere attaccando la Costituzione ed il Codice di Norimberga, affossandosi così con le sue stesse mani. Come si può infatti rispondere a chi sostiene che il diritto al consenso alle terapie è tutelato dalla nostra Costituzione e dal Codice di Norimberga (per citare solo un paio di fonti) affermando che Costituzione e Norimberga hanno stufato? La Guerriera ha fatto notare giustamente che l’interesse della collettività non può mai prevalere sul diritto dell’individuo, in questo caso diritto al consenso, a scegliere se vaccinarsi oppure no.

Vorrei porre l’accento e mettere a confronto il caso scoppiato ora con la Torteria di Chivasso. Grande Guerriera sicuramente anche Rosanna che ha combattuto con coraggio e determinazione per l’apertura della sua Torteria. Ma quale messaggio è passato dalla sua vicenda? Apriamo tutto? Quale dibattito è sorto? Barbara ha invece posto l’accento su un problema importante e che interessa tutti che è l’obbligo vaccinale e la discriminazione che sta nascendo per coloro che non sono vaccinati. Da qui può partire lo spunto per un dibattito nazionale e per portare all’attenzione del grande pubblico un tema così importante che è la difesa del diritto al consenso alle terapie. Questa è la lotta che ognuno di noi dovrebbe fare per cercare di porre fine ad una dittatura che avanza inesorabilmente con l’accettazione passiva del popolo.

Di seguito i link all’intervista a Barbara a Dentro la Notizia e a BorderNightsRadio con Barbara Mazzucco e Torella

https://youtu.be/nvOxR3rg64Y

https://www.youtube.com/watch?v=9qldGTrmmHo

1 commento
  1. Giorgio
    Giorgio dice:

    Da Giugno 2021 ? purtroppo di li in poi è andata proprio male, la colpa, anche secondo me, è l’accettazione graduale di questo stato di cose, per ignoranza delle Leggi e dei propri diritti, o anche pigrizia più egoismo; pensare solo a se con mancanza assoluta di solidarietà per il prossimo. Faccio un esempio [che è tristemente in tema] pure nella società dei roditori (topi) c’è più solidarietà “di specie”… quando noi proviamo con esche avvelenate, loro esaminano con attenzione gli esiti, fanno correlazioni, studiano le situazioni in cui si verificano, traggono conclusioni e… diffondono l’informazione!!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.